CONSIGLI E GUIDE

5 motivi per riflettere sul tuo anno e il solo modo per farlo bene

5 motivi per riflettere sul tuo anno  e il solo modo per farlo bene

Quante volte ti capita di avere tempo per riflettere?

Sul serio.

Quando è stata l’ultima volta che hai programmato un momento esatto sul tuo calendario dedicato a riflettere, in silenzioso e solo per ascoltarti.

Durante la giornata o durante la tua settimana o nell’ultimo mese o persino nell’anno?

Non ti dico queste cose per farti sentire in colpa, o forse un pochino si, ma è perchè vorrei proprio aiutarti

Pochissime di noi ,in realtà, si prendono del tempo per riflettere in silenzio, tranne forse quando si avvicina la notte di Capodanno.

Ma l’autoriflessione è molto molto importante!

Prenditi del tempo per rivedere consapevolmente ogni aspetto della tua vita e, forse ancora più importante, considerare come potresti di viverla ancora meglio.

E’ il fondamento stesso del vivere una vita ben “disegnata”. 

Quindi, mentre ci avviciniamo alla fine dell’anno, ecco cinque importanti motivi per riflettere sul tuo anno (e il modo numero uno per farlo nel modo giusto!).

1# Celebrare le tue realizzazioni

Molti buoni propositi di Capodanno si basano su ciò che stai facendo male o su cosa vuoi correggere.

Perché non iniziare la revisione annuale concentrandosi su tutto ciò che hai fatto bene?

Probabilmente hai avuto molto più successo negli ultimi 12 mesi di quanto tu abbia mai realizzato. 

E sì, ogni piccola cosa conta!

Festeggia il complimento del tuo capo dopo la tua presentazione alla riunione del consiglio.

Festeggia ricordando il compleanno del tuo migliore amico.

Festeggia quando il tuo bambino ti avvolge le braccia e ti stringe forte, senza una ragione particolare.

Torna indietro, prendi la tau agenda e rivedi ogni mese

Concediti di riflettere sul tuo anno, su tutto ciò che hai fatto bene,

tutto ciò che è andato bene e

tutto ciò che è stato bello in questa stagione della vita. 

E’ la verità, è successo davvero!

2# Considerare ciò che hai imparato

Dopo una buona dose di festeggiamenti (e sì, un bicchiere di spumante è incoraggiante, se non richiesto!)

Prenditi un momento per considerare le lezioni che hai imparato nell’ultimo anno.

Non devono sempre venire da grandi errori o situazioni difficili (anche se potrebbero ☹)

Sono solo le cose che non vuoi dimenticare mentre ti traghetti verso il tuo prossimo anno di vita! 

Forse hai scoperto che vuoi cambiare lavoro.

O forse hai scoperto che se lasci il bucato piegato fuori, il tuo nuovo cucciolo ci farà la cuccia.

Non scrivere cose di cui ti vergogni per il fatto di non averci pensato prima.

Scrivile con la gratitudine per il solo fatto che …ora le hai scoperte.

E c’è una buona notizia…

Puoi portare questa nuove conoscenze con te nel prossimo anno!

3# Per capire dove trovi la gioia

Ti sei mai soffermato a pensare a ciò che ti rende felice?

Potrebbe essere qualcosa che ha sempre portato un sorriso sul tuo viso, come il suono della risatina di un bambino o di una grande ciotola di gelato.

Oppure potrebbe essere qualcosa che hai scoperto l’anno scorso, ad esempio hot yoga o stories di Instagram.

Qualunque cosa sia, prenditi un po ‘di tempo per riflettere su ciò che ti ha portato gioia negli ultimi 365 giorni

Se vuoi puoi iniziare un brainstorming per

Fare in modo di poterne sempre di più nella tua vita l’anno prossimo.

La sensazione di felicità colpisce ogni altra area della tua vita: ti rende più amorevole, più gentile, più produttivo e combatte anche lo stress e le malattie!

Spesso, è proprio la cosa più semplice che ci coinvolge in quello stato gioioso.

Identifica gli “inneschi felici” dell’anno passato e prendi nota, fai una lista  per aggiungerne ancora di più alla tua vita.

4# Per progettare il tuo prossimo anno

Solitamente è la prima cosa che facciamo nel momento di definizione degli obbiettivi per il nuovo anno, anche se di solito partiamo da …

Un’ idea sbagliata:

Ci chiediamo :”Cosa c’è di sbagliato in me e cosa posso fare per risolverlo?” Vogliono dimagrire, quindi mi dò l’obbiettivo di andare in palestra ogni giorno.

Voglio ottenere una promozione al lavoro, quindi mi dò l’obbiettivo di lavorare più a lungo e più duramente.

Voglio passare più tempo con la famiglia, quindi programmo le attività settimanali della famiglia.

Non c’è nulla di intrinsecamente sbagliato in questi ottimi propositi, ma questo processo trascura un momento importante.

Invece di partire da di “cosa c’è di sbagliato con me / il mio lavoro / le mie relazioni / la mia vita?”…

Partiamo da una prospettiva proattiva !

Come voglio sentirmi?

Quindi, progetta la tua vita partendo da lì! 

Vuoi sentirti più in salute?

O più connesso o più pacifico o più intelligente?

Quali sono le esperienze, le persone e le attività che ti portano più spesso in quello stato?

Progetta prima la tua vita, poi costruisci i tuoi obiettivi o proprositi da lì.

5# Per impostare gli obiettivi allineati

Se parliamo di fissare gli obiettivi, questo è l’ultimo passo nel nostro percorso di revisione annuale!

I propositi spesso subiscono un brutto colpo.

Questo di solito perché troppe persone non sono in grado di mantenerle.

Perché?

Perché i buoni propositi e gli obiettivi per il nuovo anno, non sono allineati con chi sono o come vogliono sentirsi. ?

Ricordi il nostro ultimo punto?

Un buon motivo per riflettere sul tuo anno è quello di progettare intenzionalmente il prossimo in un modo che ti farà sentire bene quasi tutto il tempo.

L’ultimo motivo per mettere in pratica questa autoriflessione è perché progettare intenzionalmente la tua vita ti aiuterà a stabilire obiettivi che sono effettivamente allineati con la vita che vuoi vivere.

Prova a d immaginarla!

Se vuoi vivere una vita in cui vai in palestra ogni giorno, bene!

Dovresti farlo.

Qualunque sia il tuo obiettivo per il prossimo anno, assicurati che siano allineati con la vita che vuoi veramente vivere.

Quale il modo giusto per riflettere sul tuo anno?

Beh, è farlo davvero.

Nel frenetico trambusto della vita di tutti i giorni e specialmente in quello delle festività natalizie, può essere fin troppo facile cancellare questa attività di rifletterci, come una cosa inutile da fare.

Ma c’è un valore importante nel riflettere sul tuo anno e nel fare dell’auto-riflessione una pratica più regolare.

Quando rallenti abbastanza per considerare attentamente

le persone con cui trascorri del tempo,

le attività che stai svolgendo,

la quantità di tempo in cui ti senti felice e soddisfatto della tua vita

(o viceversa, la quantità di tempo che non lo sai stata),

hai l’opportunità unica e preziosa di riconoscere ciò che hai ti piace e cambiare ciò che non funziona più.

In altre parole, puoi progettare in modo proattivo e intenzionale non solo il tuo anno, ma la tua vita!

E non c’è migliore Buon Proposito per l’anno nuovo!!

Hai riflettuto sul tuo anno? Condividi i tuoi risultati, quello che hai imparato o quello che hai pianificato per il 2018!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.